Natura

Un tuffo nell’orrido di Sant’Anna

Andiamo alla scoperta dell'Orrido di Sant'Anna. Siamo in valle Cannobina

A tre chilometri dal punto in cui il torrente Cannobino sfocia nel lago Maggiore, si può ammirare l’Orrido di Sant’Anna. Siamo a Cannobio, località lacustre del Verbano-Cusio-Ossola, in Piemonte

Orrido Sant’Anna – Turista a due passi da casa

Questo stupendo luogo e frutto di secoli di erosione delle pareti rocciose per opera dell’acqua che scorre nella strettissima valle circostante, creando di fatto una spaccatura tra pareti lisce e strapiombanti e speroni di roccia. Uno spettacolo della natura che culmina con una spiaggetta dove è possibile fermarsi per prendere il sole, o perché no, d’estate concedersi un tuffo nelle fresche acque del torrente che, subito dopo l’Orrido placa la sua furia e si allarga formando una pozza d’acqua limpida. D’estate la temperatura dell’acqua non supera i 16 gradi, mentre d’inverno è quasi gelata, arrivando a 2/3 gradi, mentre la profondità si avvicina ai 25 metri.
La spiaggia che si vede dall’alto del ponte è raggiungibile tramite una scalinata che scende fino al piano delle acque. C si può fermare. L’area è anche attrezzata con tanto di bagni.

L’Orrido

Il nome dell’Orrido deriva dal Santuario, fatto costruire nel 1638 da gente originaria del posto ma residente a Roma.
L’acqua scorre nella stretta spaccatura della roccia sotto i due ponti: quello utilizzato per il passaggio delle auto e il ponte di origine medievale (denominato anche “dell’agostana) adatto al solo transito dei pedoni, anche se oggi è chiuso, ma lo si può ammirare in tutta la sua bellezza dallo sterrato che affianca la chiesa.

Orrido Sant'Anna, ponte medievale - Turista a due passi da casa
Orrido Sant’Anna, ponte medievale – Turista a due passi da casa


Per meglio vedere l’Orrido, subito dopo l’edificio di culto e vicino ad un ristorante c’è una balconata che si sporge leggermente verso il vuoto da cui ammirare le acque scorrere tra le profonde pareti rocciose.

La chiesa di Sant’Anna

Orrido Sant’Anna, Chiesa Sant’Anna – Turista a due passi da casa

La Chiesa di Sant’Anna è un piccolo capolavoro architettonico edificato nel 1683 ed incorpora una chiesetta intitolata a Sant’Anna, al cui interno si trova antico sacello affrescato dedicato alla Madonna di Loreto che si può ammirare in quella che e l’abside della struttura attuale. Di notevole interesse anche l’altare maggiore decorato da colonne tortili in marmo nero e da eleganti fregi. Questa opera è stata donata alla chiesa dalla società dei Terrafiumesi in Roma, ovvero una corporazione che raccoglieva le maestranze edili del villaggio. All’interno della chiesa si trovano anche gli altari dedicati ai Santi Anna e Gioacchino e a S.Giuseppe.



Come arrivo all’Orrido di Sant’Anna

Da Cannobio si seguono le indicazioni per la Valle Cannobina, fuori dall’abitato, dopo circa un chilometro si imbocca la strada a destra con le indicazioni per l’Orrido di Sant’Anna. Dopo un altro chilometro, al bivio si deve prendere la strada a sinistra, che sale leggermente. Si prosegue fino all’indicazione turistica che segnala l’Orrido. Imboccando la strada a destra si arriva al parcheggio delle auto.