Chi sono

Mi chiamo SergioCarlo Gadda, e negli anni sono diventato un giornalista, anche se la mia ambizione inizale, ovvero quando sono nate le radio “pirata” nel 1976 in Italia era quella di “parlare alla radio”.

La mia esperienza inizia alla fine degli anni ’70 come speaker in piccole realtà radiofoniche di provincia. Poi sono arrivati gli anni ’80 ed ho cercato il salto di qualità, finché agli inizi del 2000, mi sono arreso e ho cambiato prospettiva, divenendo prima giornalista pubblicista e dal 2007, dopo aver sostenuto l’esame di Stato, sono diventato un professionista. Attualmente sono redattore ordinario in una importante testata radiotelevisiva italiana.

La mia carriera nel campo radiofonico è iniziata nel 1979. Ho collaborato, a titolo gratuito, come speaker per diverse emittenti radiofoniche locali in Lombardia, mentre la mia trasformazione come redattore risale al 1987 durante una esperienza di circa tre anni in una radio locale di Como.

Dalla fine del 1990 e per 15 anni ho lavorato per una emittente di Campione d’Italia (enclave italiana in territorio svizzero) dove ho imparato a coabitare anche con l’informazione di un’altra nazione: la Svizzera. L’emittente radiofonica, pur essendo italiana, irradiava il segnale anche in Canton Ticino, dove aveva un discreto seguito.

Il praticantato per diventare giornalista pubblicista è arrivato durante la collaborazione con il domenicale “Lombardia Oggi”, inserto del quotidiano La Prealpina di Varese, con brevi articoli su musica e spettacolo riguardanti il Canton Ticino e la provincia di Como.

Parallelamente al lavoro radiofonico, mi è capitato di presentare a titolo gratuito eventi sportivi, di moda, ecc.

Sono appassionato di fotografia sin da bambino ed ho avuto una formazione autodidatta, prima di affidarmi ai manuali di fotografia per correggere il tiro. Con l’avvento del digitale mi sono adeguato ed ho imparato ad usare i programmi di fotografia come Gimp, Photoshop e Raw Therapy.

Negli anni mi sono anche appassionato anche alle riprese, ai montaggi video, alla sceneggiatura. Nel 2014 ho frequentato un corso di video-giornalismo presso l’Istituto cinematografico Michelangelo Antonioni, Busto Arsizio (Va).

L’altra mia passione è quella del turismo lontano dai luoghi troppo frequentati. Vado alla scoperta di borghi e percorsi insoliti, della loro storia, dei loro monumenti, seguendo itinerari a piedi e/o in bicicletta in giro per l’Italia.

Unendo le mie passioni è nato un format: “TouristainItalia”, dedicato al turismo rigorosamente slow.