Itinerari Natura

La spiaggia e le dune di Piscinas, tra natura, miniere e mare cristallino

Un angolo di natura selvaggia in Sardegna: le dune di Piscinas

Situata in una zona isolata ma di grande bellezza naturalistica, la spiaggia di Piscinas, lungo l’arenile della Costa Verde, in Sardegna, è circondata da altissime dune ancora vive e modellate dal maestrale.

Il colore giallo oca di queste montagne di sabbia è interrotto, a tratti, da cespugli di sparto pungente, dalla carota spinosa, dal giglio di mare e, verso l’interno, da ginepri e vecchi olivastri che formano dei piccoli boschetti.

Spiaggia e dune di Piscinas, Turista a due passi da casa
Spiaggia e dune di Piscinas, Turista a due passi da casa

La natura

La zona di Piscinas degrada lentamente verso la costa, passando dalle formazioni rocciose alle famose dune di sabbia. Due torrenti attraversano le dune e sono il rio Piscinas che nasce nei pressi di Montevecchio e scorre a nord ed è alimentato anche dalle acque provenienti da alcune gallerie delle miniere dismesse, che saltuariamente gli conferiscono un colore rossastro. Ed è per questo che viene sopranominato “fiume Rosso”. Il rio Naracauli è invece un torrente che arriva nella zona di Piscinas dal villaggio minerario di Naracauli.

Spiaggia e dune di Piscinas, Turista a due passi da casa
Spiaggia e dune di Piscinas, Turista a due passi da casa

Punto di arrivo della ferrovia delle miniere

La spiaggia di Piscinas è collegata con la Miniera Montevecchio attraverso un percorso suggestivo e rapido (circa 30 minuti d’auto) nel quale si possono ammirare splendidi panorami, rigogliosi boschi, le Miniere di Ingurtosu ed il paese di Arbus. Sulla spiaggia restano tracce dei vagoni che dalle miniere trasportavano fino alla stazione di arrivo i loro preziosi carichi di minerali, in attesa di essere imbarcati per la loro destinazione finale.

Spiaggia e dune di Piscinas, i vagoni della ferrovia – Turista a due passi da casa

Cosa offre la spiaggia

La spiaggia di Piscinas è rinomata per la presenza di una vasta area all’interno della quale è possibile praticare liberamente il naturismo. In certi periodi si possono vedere i cervi che si spingono sino al mare, mentre nel mese di giugno, le tartarughe marine depongono qui le loro uova. Chi invece si immerge nel mare, può scoprire il relitto di una nave inglese che riposa tra i fondali da qualche centinaio di anni. Il mare qui è raramente calmo, e questo fa si che la spiaggia di Piscinas sia uno dei siti preferiti dai surfisti che, soprattutto in inverno, possono praticare il loro sport grazie alla presenza di lunghe ed alte onde.


L’audioguida

Clicca sul link e ascolta l’audioguida della spiaggia di Piscinas


Come arrivo alla spiaggia di Piscinas

Alla spiaggia di Piscinas ci si può arrivare in due modi: o passando da Guspini e facendo il giro delle miniere o passando da Arbus e scendendo in direzione Ingurtosu e poi Piscinas. In entrambe le soluzioni dalla SS 131 una volta arrivati a Guspini si prosegue in direzione Montevecchio (6 km) e da qui si prendono le indicazioni per la spiaggia di Piscinas (la strada è per 10 km non asfaltata) si possono ammirare affascinanti paesaggi e le famose miniere dell’arburese.

Passando da Arbus invece, si giunge nel centro abitato e si prosegue in direzione Ingurtosu (6 Km). Giunti nella piccola frazione mineraria si prosegue poi per la spiaggia di Piscinas (la strada è segnalata).