Nella foresta della Valle d’Intelvi, seguendo il Sentiero delle Espressioni

Il Sentiero delle Espressioni è un facile trekking percorribile da tutti, nel cuore della foresta della Valle d’Intelvi, a Schignano, in provincia di Como.

Una piacevole camminata di poche ore, ed è il caso di dire così, perché se sulla carta il Sentiero delle Espressioni si percorre in poco più di tre ore, chi si addentra tra i boschi della foresta della Valle d’Intelvi finisce per fermarsi di più: vuoi per ammirare i capolavori in legno dei maestri intagliatori, vuoi per gli stupendi scorci che appaiono saltuariamente nel bosco, vuoi per l’invitante profumo di cibo che arriva dall’agriturismo all’Alpe di Comana, vuoi perché in una giornata di sole pieno, si sosta tra i prati per un pic nic.

Sentiero delle espressioni, il gufo
Sentiero delle espressioni, il gufo

Il frutto di una collaborazione tra enti

Il Sentiero delle Espressioni è frutto di una collaborazione tra vari enti locali che hanno dato mandato ai maestri intagliatori del legno di creare diverse forme d’arte che ci accompagnano nel tragitto che inizia all’Alpe Nava e che ci porta in quota tra suggestive forme che rappresentano diversi simboli. Si trovano forme che rappresentano l’allegria, la maternità, la saggezza, poi ancora simboli delle attività, non sempre lecite, di questa zona di confine (siamo a poca distanza dal Canton Ticino in Svizzera) e tanti altri.

Le statue sul percorso

Se i miei calcoli sono giusti, sul Sentiero delle Espressioni si incontrano ben 49 sculture disseminate lungo un percorso di facile percorribilità, adatto anche ai bambini e che presenta saltuariamente qualche strappo in salita, ma nulla di così insuperabile.

Sentiero delle espressioni, una scultura
Sentiero delle espressioni, una scultura

Il Sentiero delle Espressioni è molto ben indicato dai paletti che riportano il logo del percorso.

È meglio comunque affrontare il sentiero delle Espressioni con scarpe da trekking e bastoni. Solo per una maggior sicurezza. Le infradito lasciatele ai tedeschi. Un altro consiglio è quello di munirsi di acqua. Sul percorso non ci sono fontanelle.

Una dopo l’altra scopriamo piacevoli sculture in legno che dall’Alpe di Nava, a 950 metri di quota ci portano nella splendida conca dell’Alpe di Comana (a 1.096 metri), superando alcuni fabbricati rurali e un agriturismo, dove si trova anche un piccolo laghetto, un abbeveratoio per le mucche che pascolano poco distante. 

Sentiero delle espressioni, mucche al pascolo

Dall’agriturismo, aprendo un cancelletto chiuso da una corda, si prosegue girando attorno all’Alpeggio e, una breve salita ci porta al punto più panoramico del sentiero: la cima del Monte di Comana, a 1.210 metri d’altezza, da cui è possibile ammirare il ramo comasco del lago di Como e alcuni dei paesi della sponda lariana.

La vista sul lago di Como

Ammirato lo spettacolo del lago di Como, il Sentiero delle Espressioni prosegue nel bosco seguendo la cresta della montagna, e, tra sculture e alberi, ci accorgiamo di essere arrivati sul versante opposto della conca dell’Alpe Comana

Si prosegue

Dobbiamo raggiungere il Roccolo del Messo, un antica struttura utilizzata per la cattura degli uccelli e che oggi è stata recuperata dall’ERSAF, l’Ente Regionale per i Servizi all’Agricoltura e le Foreste, per raggiungere il quale, bisogna fare molta attenzione alle indicazioni. Si arriva ad un bivio in cui è facile sbagliare.

Sentiero delle espressioni, statua della sensualità

Al bivio della Colma di binate

Il Sentiero delle Espressioni termina qui, ma, avendo ancora tempo, si può proseguire seguendo l’itinerario “la Conca di Schignano e raggiungere alcuni tratti della Linea Cadorna, ovvero il sistema difensivo fatto costruire dal Generale Luigi Cadorna durante la Prima Guerra Mondiale.

Sentiero delle espressioni, panorama sui monti lariani

Dalla Colma di Binate decidiamo di tornare al punto di partenza. Da qui inizia un lungo sentiero, tutto in discesa che ci porterà al punto di partenza, ovvero all’Alpe di Nava.

Come raggiungo il sentiero delle Espressioni

Dall’autostrada AI, uscita Como Lago si seguono le indicazioni per la SS340 fino ad Argegno, quindi si imbocca la strada in direzione di prosegue Schignano, raggiunto il quale, si prosegue fino alla frazione Posa. Si parcheggia vicino all’inizio del sentiero (un cartello ben posizionato indica la direzione per l’Alpe Nava).

Il punto di partenza del Sentiero delle Espressioni si trova dopo 20 minuti circa di cammino.